Home » News » Batterie per Fotovoltaico: risparmi del 50%

Batterie per Fotovoltaico: risparmi del 50%

Batterie per Fotovoltaico: risparmi del 50% - AFFIDATI AGLI SPECIALISTI

Gli attuali sviluppi tecnici delle batterie per l’accumulo del solare permetteranno di risparmiare il 50% dei costi di energia

 

Secondo le ultime previsioni della società finanziaria Ubs già nel 2020 gli attuali sviluppi tecnici delle batterie per l’accumulo del solare permetteranno a cittadini e imprese di risparmiare il 50% dei costi di energia. la previsione di Ubs è che, già entro il 2020, si assisterà a una diminuzione dei prezzi del 50% (75% entro il 2025).

Un calo che imptatterà profondamente sia sul settore della mobilità che anche sul pianeta della generazione distribuita. Per quanto riguarda le auto elettriche, Ubs prevede che sostanzialmente entro il 2025 il prezzo sarà equiparabile a quello dei veicoli tradizionali (dunque rispetto a oggi non ci sarà bisogno di alcun investimento iniziale), consentendo però un risparmio di quasi 2.000 euro l'anno sui costi del carburante.

Un vantaggio significativo, tanto che per quella data il tasso di penetrazione nell'Ue di queste vetture (ibride comprese) sarà del 10%.


Molto importante sarà anche l'impatto sulla generazione distribuita: oggi sostanzialmente solo gli impianti fotovoltaici installati in grandi centri commerciali possono essere sfruttati per l'autoconsumo con percentuali vicine al 100%. In quelli casalinghi, invece, l'elettricità prodotta ma non consumata durante il giorno finisce in rete e nelle ore notturne o di picco occorre rifornirsi dai rivenditori di energia.

Ma entro il prossimo decennio il calo dei costi delle batterie faciliterà l'installazione di questi apparecchi nelle abitazioni degli utenti domestici. Tanto che, già nel 2020, per un consumatore del Vecchio Continente sarà molto conveniente dotarsi di tutte e tre le tecnologie: pannelli, batterie di accumulo e veicolo elettrico.

Il ritorno dall'investimento per un cittadino tedesco avverrebbe in appena otto anni, ma anche in Italia e negli altri paesi il payback sarebbe molto simile, anche a causa degli elevati prezzi del carburante.